Il tuo cuscino, il lato intimo di te

cuscino perfetto

Il tuo cuscino, il lato intimo di te

Share Button

Chi non ricorda quelle tenerissime scene di Charlie Brown attaccato alla sua coperta?
Hanno ormai 50 anni le immagini di quello scolaretto che ama il baseball, protagonista di mille avventure, sempre accompagnato dal suo mitico amico Snoopy. Un personaggio dolce ma determinato, pieno di amici ma anche sempre al centro di “scherzetti”.
A noi #verypeopleinside piace molto perché mostra le proprie manchevolezze ma è anche sempre pronto a “riprovarci” per tentare la rivincita.

Ama il tuo cuscino come te stesso
Il tuo cuscino, il lato intimo di te

Anche i bebè amano la propria copertina. Spesso l’operazione “arrotolamento” intorno alle manine paffutelle, è un atteggiamento spontaneo per acquietarsi e dormire. E qualcuno usa la copertina anche al posto del ciuccio.

Poi ci sono gli amanti del cuscino.
Molte, moltissime, sono le persone che amano il proprio cuscino e non lo cambierebbero con nessun altro. Non è raro, anzi è forse davvero comune, avere due cuscini diversi nello stesso letto matrimoniale. Non è raro sapere di persone che lo portano in viaggio. Non è raro anche che diventi oggetto di discussione accesa “meglio duro” – “no! meglio morbido”– “meglio di lattice” – “ma no! ci sono materiali decisamente più innovativi”.

Ama il tuo cuscino come te stesso
Il tuo cuscino, il lato intimo di te

A qualcuno verranno in mente le immagini color seppia degli emigranti in terra straniera con il classico cuscino sotto il braccio, decisamente un modo molto pratico ed efficace “di sentirsi a casa”.
Vero. C’è infatti un aspetto più intimo in un cuscino.

Pensare a come li viviamo ci fa ricordare che non è certo solo un atteggiamento passivo.
Noi li abbracciamo, ci affondiamo dentro con piacere, li pieghiamo dietro la nuca per leggere, li usiamo come elemento di protezione quando ci danno fastidio i capelli o la barba di chi ci dorme a fianco, è nel nostro letto, poniamo amorevolmente il guanciale tra la nostra guancia e quella chi ci sta di fianco, quasi come se il cuscino fosse un compensatore di piacere.

E quando si rifà il letto?
Il tocco finale delle governanti delle camere d’albergo è sempre la sistemazione del cuscino.
Ma lo è anche l’amorevole gesto delle mamme, nel rifare il letto dei propri bambini, quasi una carezza e augurio di buon sonno, laddove la sera poggeranno il capo i propri piccoli.

Il tuo cuscino, il lato intimo di te

Insomma, il cuscino ha davvero una propria anima.
Non è solo una questione di spessore tra materasso e collo / testa.
La domanda più immediata che poniamo quando lo dobbiamo scegliere è chiedere con che materiali è realizzato, cercando una sorta di affinità anche alla materia fisica.

I guanciali hanno a che fare, con il “ritrovarsi”, con il recupero fisico e psichico, con la qualità del sonno e della nuova giornata che si ripresenta.

Ama il tuo cuscino come te stesso
Il tuo cuscino, il lato intimo di te

Per tutto questo, per te stesso, non affidarti al caso nella scelta del cuscino.
Chiedi informazioni e consigli al nostro consulente del sonno. Valuta la materia e la cura del guanciale Dinamika System. Potrai avvertire un piacere sottile già solo all’idea di riporci il capo. E giungere alla conclusione che ti auguriamo: “si, questo fa davvero per me”….
Ama il tuo cuscino come te stesso e ritroverai il piacere di amare – Parola di #verypeopleinside

Share Button

Condividi

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>