I crampi notturni, nemici del sonno

I crampi notturni, nemici del sonno

Share Button

Chi non ha provato, almeno una volta, il fastidio dei crampi notturni?

Nemici del sonno e fonte di dolorosi malesseri agli arti inferiori, i crampi notturni sono spesso causati  da uno stato di disidratazione e conseguente carenze di sali minerali come il potassio e il magnesio, il calcio e il sodio.
Questi elementi sono indispensabili per una corretta contrazione dei muscoli e la loro carenza può, quindi, provocare contrazioni involontarie e dolorose dei muscoli stessi, soprattutto dei polpacci e dei piedi. In questo caso i muscoli si contraggono ed irrigidiscono per qualche minuto: per risorgere da questo atroce dolore occorre allungare il muscolo colpito da crampo e sperare che non si verifichi più.
Eh già, perché non è detto che risolto il problema questo non si verifichi nuovamente a distanza di breve tempo, nella stessa notte.

I crampi notturni, nemici del sonno: quali precauzioni prendere.
Questo vale soprattutto per le donne che, per predisposizione genetica o semplicemente per avverso destino, sono più predisposte a questo fastidioso nemico del sonno, soprattutto in gravidanza. Se già il pancione non vi fa trovare la posizione giusta e la qualità del sonno è compromessa, a questo aggiungete anche i crampi notturni  ed il buon umore del mattino è un miraggio lontano. I crampi notturni in gravidanza sono un problema molto serio dovuto alla modificazione della circolazione venosa, della stanchezza dovuta alla gestazione ma anche agli squilibri di sali minerali. I crampi notturni si verificano con maggiore frequenza durante il periodo estivo e in particolare dal settimo mese di gravidanza.

crampi notturni

Ecco alcune regole per garantirsi un giusto e meritato riposo, senza crampi notturni:

1. bere tanto: no, il gin tonic non fa bene! Qui si parla di bere acqua anche se, a dire la verità, alcuni studi hanno provato che il chinino contenuto nell’acqua tonica prevenga i crampi. In ogni caso il gin, e l’alcol in generale, non sono contemplati in questa lista di toccasana.

2. bilanciare magnesio e potassio nel nostro organismo affinché l’apparato muscolare funzioni al meglio. Se non riuscite ad assumere queste sostanze con l’alimentazione o se ne espellete troppe a causa di un’eccessiva sudorazione, potete sempre ricorrere agli integratori che ci sono in commercio.

3. consumare prevalentemente banane, anguria, arance e pompelmi o comunque frutta in generale che è sempre molto ricca di sali minerali.

4.  evitare troppi caffè

5. mangiare cavolo e broccoli e tutti gli alimenti che appartengono alla  famiglia delle crucifere

6. mangiare pesce di mare

7. non usare lenzuola strette: ecco, su questo punto noi che siamo consulenti del sonno ci soffermiamo un po’. Coperte o lenzuola troppo tese tendono a far puntare molto i piedi quando si dorme: questa posizione può stimolare l’insorgenza dei crampi notturni. Preparate il letto con lenzuola più morbide, evitando la fasciatura stile mummia.’.

Spesso i crampi notturni possono essere un campanello d’allarme di qualche sintomo più importante da non sottovalutare: problemi cardiovascolari o di insufficienza venosa,ma anche ipertiroidismo e diabete.

Di questo, però, ne parleremo più avanti.

Per ora cogliete al volo questi consigli, soprattutto in previsione delle sudate estive.

Preparatevi un letto comodo, meglio un piano letto Dinamika System, ottima qualità per un perfetto riposo e una totale rigenerazione. E poi tenete un cuscino a portata di mano da mettere sotto le vostre gambe se vi sentite troppo stanchi: questo aiuterà la vostra circolazione e sarà un valido alleato nella prevenzione dei crampi notturni.

Buona notte!

 

Share Button

Condividi

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>